Tanti auguri, BiblioHospital! Un bilancio più che positivo sul primo anno di vita

Sei qui: Home Page | Notizie | Notizie 2017 | Numero 52 - Maggio 2017 | Tanti auguri, BiblioHospital! Un bilancio più che positivo sul primo anno di vita

Crescita dell’attività per la sala lettura e prestito libri dedicata agli utenti e agli operatori del Santa Maria Nuova 

BiblioHospitalBiblioHospital, la sala lettura e prestito libri che si trova al primo piano dell'Arcispedale S. Maria Nuova - IRCCS, ha spento la sua prima candelina. 
Il progetto, ideato dalla Biblioteca Medica nell'ambito de “La Biblioteca per i Pazienti – Cure leggère... Lèggere cura!”, ha visto la collaborazione della Biblioteca Panizzi e della Biblioteca di San Pellegrino “Marco Gerra” ed è stato finanziato da Comune di Reggio Emilia e Associazione Vittorio Lodini ONLUS attraverso il bando 2015 de “I reggiani per esempio”. 
Se è vero che le iniziative di umanizzazione dell'ambiente ospedaliero, come BiblioHospital, non si misurano solo con i freddi numeri, è altrettanto vero che i numeri sono spesso necessari per valutare l'andamento di un'attività o di un progetto e il primo compleanno di BiblioHospital ci offre quindi l'occasione per alcune considerazioni. 
Dal 3 maggio 2016 al 30 aprile 2017, sotto il coordinamento della Biblioteca Medica, i volontari che collaborano al progetto (Associazione Vittorio Lodini e i giovani in Servizio Civile Nazionale) hanno garantito 202 giorni di apertura, con la presenza di due volontari, tre ore al giorno, per quattro giorni a settimana (martedì e giovedì dalle 9 alle 12, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18). 1655 sono stati gli accessi a BiblioHospital, 314 gli utenti iscritti al prestito, 754 i prestiti effettuati, per una media di oltre 60 prestiti al mese e con un massimo di 86 prestiti registrato ad agosto 2016. Il patrimonio librario è cresciuto, dai circa 1000 volumi iniziali ai 1452 di aprile 2017, sempre grazie alle donazioni di altre biblioteche, cittadini e pazienti, raggiungendo, di fatto, la capienza massima a disposizione. Ma in questo primo anno l'offerta di BiblioHospital si è arricchita anche su altri fronti. In occasione dell'inaugurazione del CORE e grazie alla collaborazione della Banca del Tempo di Quattro Castella, nel giugno scorso è stata allestita una piccola biblioteca all'interno della degenza oncologica. Gli utenti del reparto possono così liberamente usufruire dei volumi presenti a scaffale, ricollocandoli una volta terminata la lettura, oppure restituendoli con le stesse modalità previste per gli altri libri di BiblioHospital. Da gennaio, inoltre, gli utenti hanno la possibilità di restituire i libri di BiblioHospital non solo presso la Biblioteca Panizzi e le biblioteche decentrate, bensì presso tutte le biblioteche della Provincia (sono oltre 50 i volumi che sono stati restituiti attraverso questi canali). Dagli inizi di maggio, poi, grazie alla collaborazione con il Lions Club di Albinea, gli utenti possono accedere ai circa 9.000 audiolibri del LibroParlato Lions, un vasto catalogo di opere a disposizione degli utenti con difficoltà visive. 
Quelli registrati in questi primi dodici mesi sono dati che vanno oltre ogni più rosea aspettativa e che, quindi, ci spingono a guardare avanti e a migliorare e potenziare ulteriormente le attività. Così si lavora ora per allestire altre due piccole biblioteche di reparto, nonché per aumentare l'offerta di servizi e le possibilità di accesso per gli utenti, attraverso l'aumento degli orari di apertura e magari dello spazio a disposizione. 
Fieri di quanto fatto in questo anno e curiosi di vedere quanto di nuovo e di migliore riusciremo a fare, non possiamo che ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a trasformare un'idea, un sogno, in realtà, in primis le volontarie e i volontari che giorno per giorno rendono possibile tutto questo. Ad maiora.  
 
di Simone Cocchi
Biblioteca Medica interaziendale “P.G. Corradini”  
 
Ultimo aggiornamento: 25/05/2017