Screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del colon-retto

Sei qui: Home Page | Informazioni di accesso a reparti e servizi | Screening | Screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del colon-retto
Logo Screening

Programma regionale di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del colon-retto

Responsabile dell’intervento di screening del tumore colon-retto Arcispedale Santa Maria Nuova
Dott. Romano Sassatelli
E-mail:
sassatelli.romano@asmn.re.it

Partirà nel mese di aprile 2005 il programma regionale di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del colon-retto.
Lo screening è rivolto a uomini e donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni; sono circa 112.000 i residenti nella provincia di Reggio Emilia in questa fascia d’età, circa un quarto dell’intera popolazione.
Il programma prevede, come primo esame, l’esecuzione di un test per la ricerca del sangue occulto nelle feci, un test semplice, per il quale non è necessaria alcuna preparazione particolare.
Il tumore del colon-retto costituisce oggi, in Italia e in Emilia Romagna, la seconda causa di morte sia negli uomini (dopo il tumore al polmone) che nelle donne (dopo il tumore della mammella). Il suo sviluppo è quasi sempre preceduto dalla comparsa di lesioni benigne dell’intestino (polipi o adenomi); uno dei segni precoci  della presenza di un polipo o di un tumore del colon retto, anche nelle sue prime fasi di sviluppo, è il sanguinamento non visibile ad occhio nudo.
Il test proposto dal programma di screening (ricerca del sangue occulto nelle feci) permette di identificare  la presenza di minime tracce di sangue nelle feci; aiuta quindi ad identificare casi di malattia in fase asintomatica e alterazioni che predispongono alla malattia e, permettendo l’identificazione della presenza di “polipi” benigni o di tumori nelle loro prime fasi di sviluppo, fornisce la possibilità di un tempestivo intervento terapeutico.
Questo screening andrà ad affiancare quelli già attivi (mammella, utero) rivolgendosi per la prima volta anche alla popolazione maschile.
  
Il programma di screening
Nel territorio provinciale saranno dapprima coinvolti, con una partenza “pilota”, i distretti di Correggio e Reggio Emilia, con il successivo e progressivo coinvolgimento, nei tre mesi successivi, di tutto il territorio provinciale.
Gradualmente, le donne e gli uomini dai 50 ai 69 anni saranno invitati, con una lettera personale inviata a domicilio, a partecipare al programma di screening e ad eseguire il test.  Assieme alla lettera di invito, gli interessati riceveranno anche un depliant informativo. Le Aziende USL sono impegnate a terminare il primo giro di chiamate entro due anni.
Le persone saranno invitate a ritirare il test presso le strutture poliambulatoriali delle Aziende Sanitarie della provincia dislocate sul territorio.
L’esito del test verrà inviato a domicilio.
Il programma, oltre al test di screening per la ricerca del sangue occulto nelle feci, da ripetere ogni due anni, prevede la colonscopia di approfondimento diagnostico (in caso di positività del test) e ulteriori approfondimenti diagnostici e di cura per coloro che risulteranno positivi alla colonscopia.
L’esame colonscopico verrà garantito dalle strutture di endoscopia digestiva situate nei sei ospedali della provincia, presso le quali il cittadino riceverà anche ulteriori informazioni relative all’esame ed il materiale per la preparazione alla colonscopia.
Il test di screening, tutti gli eventuali successivi accertamenti diagnostici e le cure proposte nell’ambito del programma, sono gratuiti.
 
 
Per saperne di più:
Sito internet Azienda USL di R.E.
Sito internet Assessorato Sanità
 
Per informazioni:
Centro Screening
Padiglione Bertolani,
v. Amendola 2 – Reggio E.

Call center 0522 335327
dal lunedì al venerdì
dalle ore 8.00 alle ore 17.00

Fax 0522 335931

E-mail info.screening@ausl.re.it

Ultimo aggiornamento: 18/09/2015