Ginecologia Chirurgica Oncologica

Dipartimento: MATERNO INFANTILE


Indirizzo: Viale Risorgimento, 80 - R.E.

Direttore: Dott. Lorenzo Aguzzoli
Responsabile Infermieristico e Tecnico: (Ginecologia) - Pamela Sostilio
E-mail: pamela.sostilio@ausl.re.it
Tel. 0522 296336
Segreteria: Cinzia Gazzotti
E-mail: gazzotti.cinzia@ausl.re.it
Tel. 0522 296464

LE NOSTRE ATTIVITA'

Le attività della struttura si articolano nei seguenti settori di competenza:

I tumori genitali femminili sono a bassa incidenza. Infatti in Emilia Romagna, che presenta tassi di incidenza significativamente superiori rispetto al Centro-Sud Italia, a fronte di un‘incidenza di 172 nuovi casi/100000 donne per anno per il tumore mammario, si rilevano solo 6,4 casi di tumore della cervice uterina, 31,8  casi di tumore del corpo dell’utero, 17 casi di tumore ovarico e 6 di altri tumori genitali femminili per 100000 donne anno (Dati tratti da: I tumori nelle Province di Parma, Reggio Emilia, Modena. Anno 2007).
Alla bassa incidenza di neoplasie ginecologiche corrisponde tuttavia un’alta complessità di cura per alcune di queste, in particolare di tipo chirurgico.
Ciò vale innanzitutto per la chirurgia del tumore ovarico, essendo il residuo tumorale al termine della prima chirurgia il principale fattore prognostico per la sopravvivenza. Si tratta di una chirurgia complessa di tipo addominale che prevede procedure non limitate all’apparato genitale, ma anche sull’intestino, sul diaframma, sulla milza etc. Anche la chirurgia del cervicocarcinoma, quando indicata, richiede competenze specifiche anche di tipo urologico, mentre la modulazione degli interventi su neoplasie vulvari necessita di competenze plastico-ricostruttive.
Nella terapia di tutte le neoplasie ginecologiche inoltre è elemento centrale la presenza di un team multidisciplinare che comprenda il ginecologo oncologo, l’oncologo medico, il radioterapista, il chirurgo generale, l’urologo, il chirurgo plastico, il chirurgo vascolare, il medico nucleare, l’anatomopatologo, il radiologo, il palliativista, il riabilitatore, lo psicologo. 
È inoltre sempre più necessaria la presenza di competenze nell’ambito della preservazione della fertilità.
Esistono dati di letteratura che dimostrano come la prognosi risenta significativamente dei volumi di attività  e delle multi professionalità sopracitate nell’ospedale che tratta le pazienti affette da neoplasia ginecologica.
Altro dato rilevabile dalla letteratura è che la qualità dell’assistenza migliora significativamente nei Centri dove è presente attività di formazione e di ricerca.

L’UOC di Ginecologia Chirurgica Oncologica si occupa della diagnosi, della terapia chirurgica e del follow-up delle neoplasie ginecologiche. 
Staff medico dedicato alla Ginecologia Oncologica.
Attualmente  il nostro Centro è il secondo dell’Emilia Romagna per numero di tumori ginecologici trattati e risponde ai requisiti sopra descritti. Infatti la nostra Unità Operativa si avvale della collaborazione di altri professionisti, con i quali lavora in team multidisciplinare, per affrontare le diverse fasi dell’iter diagnostico e terapeutico delle patologie neoplastiche: radiologo, anatomo-patologo, oncologo medico, radioterapista, medico nucleare, psicologo, chirurgo generale, urologo, chirurgo toracico e vascolare, palliativista
Le  patologie delle quali ci occupiamo sono:

  • Tumori uterini (endometrio e cervice uterina)
  • Tumori dell’ovaio
  • Tumori di vulva e vagina
  • Tumori ginecologici rari
  • Recidiva di tumori genitali
     
Inoltre, grazie alla presenza di un valido centro di Procreazione Medicalmente Assistita, particolare attenzione è dedicata alla possibilità di eseguire una chirurgia fertility sparing (con preservazione della fertilità) in giovani donne con tumori ginecologici in stadio precoce.
Il nostro centro conduce anche attività di ricerca, sia di propria ideazione che all’ interno di  studi multicentrici nazionali  
 

La terapia dei tumori ginecologici prevede l’integrazione di:

CHIRUGIA:

Il trattamento chirurgico delle neoplasie ginecologiche può essere seguito per via laparotomica (mediante una incisione addominale, quasi sempre longitudinale), per via laparoscopica (mediante tre-quattro piccole incisioni a livello addominale si inserisce una telecamera e degli strumenti chirurgici appositi, la laparoscopia può essere utilizzata anche come strumento diagnostico), per via vaginale (l’intervento viene eseguito senza incisioni addominali).
Il tipo di trattamento viene scelto in base alla patologia e alle condizioni della paziente, sempre nell’ottica di garantire il risultato migliore sia in termini di guarigione che in termini di qualità di vita
 

CHEMIOTERAPIA

 

RADIOTERAPIA

 

AMBULATORIO DI FOLLOW-UP:

Il nostro ambulatorio di follow-up si svolge  tutti i lunedì mattina e i venerdì mattina. L’ambulatorio viene svolto da uno dei medici dedicati alla ginecologia oncologica in collaborazione con il radioterapiasta e l’oncologo medico. Tutti i lunedì mattina il ginecologo, l’oncologo medico, il radioterapista, l’anatomo patologo e il radiologo si incontrano per discutere i casi clinici collegialmente. Le decisioni terapeutiche sono, perciò, sempre condiviso in modo multidisciplinare. 


 

I NOSTRI E I VOSTRI ORARI

Visita medica
Mattino dalle ore 8.30 alle ore 11.00. 
 
Pasti
Colazione ore 7.30, 
pranzo ore 12.00, 
cena ore 19.00. 
 
Visita ai degenti
dalle ore 12.30 alle ore 14.30, 
dalle ore 17.30 alle ore 21.30. 

Durante la distribuzione dei pasti e la visita medica non è consentita la presenza dei famigliari all’interno del reparto. 
Per l’accesso al di fuori degli orari suddetti, bisogna rivolgersi al Responsabile Infermieristico e Tecnico

 
Ricevimento medici
Tutti i giorni dopo la visita medica. 
In assenza del Medico di reparto i parenti potranno rivolgersi al Responsabile Infermieristico e Tecnico

COME SI ACCEDE AL SERVIZIO

In caso di sospetto di tumore ginecologico la paziente o il medico inviante può rivolgersi al Responsabile Infermieristico e Tecnico del reparto (tel. 0522 291765), direttamente al direttore (tel. 0522 291580) o alla nostra segreteria al numero 0522 296464 per un appuntamento specificando il sospetto diagnostico.

Le visite di valutazione si svolgono preferibilmente il venerdì mattina con un medico dedicato, ma siamo disponibili anche in altri momenti.
Durante la visita il Ginecologo valuta la paziente e, in caso di conferma del sospetto diagnostico, la prende in carico inserendola in un percorso di “preaccettazione”, che prevede gli esami necessari all’iter diagnostico senza ulteriori attese. Il Responsabile Infermieristico e Tecnico organizza tutti gli esami e le consulenze necessarie e le comunica  telefonicamente alla paziente.  Al termine di questo iter si discute collegialmente tra diversi specialisti il caso e si indirizza la paziente alla terapia adeguata (chirurgia, chemioterapia, radioterapia).
In caso di trattamento chirurgico la paziente riceve tutte le informazioni relative alla procedura, alle possibili alternative e complicanze, riportate in maniera dettagliata su un modulo di consenso informato. Vengono inoltre consegnate informazioni relative alla preparazione all’intervento e alla dimissione, riportate anche su apposita brochure.
Durante tutto il percorso le pazienti che lo richiedono possono avvalersi di un sostegno psicologico dedicato da richiedere al Responsabile Infermieristico e Tecnico

Ultimo aggiornamento: 23/03/2020