29/05/14 - Giornata Mondiale senza Tabacco: l’Ospedale Santa Maria Nuova è in prima linea

Sei qui: Home Page | Comunicati Stampa | Comunicati 2014 | Giornata Mondiale senza Tabacco: l’Ospedale Santa Maria Nuova è in prima linea

Test per rilevare la dipendenza dal fumo e percorsi dedicati a chi decide di smettere di fumare, in collaborazione con la Lega per la Lotta ai Tumori

Reggio Emilia, 29 Maggio 2014

Sabato 31 maggio ricorre la Giornata Mondiale senza tabacco, istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1988 per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sugli effetti negativi che il fumo attivo ed il fumo passivo comportano sulla salute.
 
Secondo i dati riferiti dal Ministero della Salute si stima che in Italia siano attribuibili al fumo di tabacco dalle 70 mila alle 83 mila morti l’anno. Oltre il 25% di questi decessi avviene nella fascia di età tra i 35 e i 65 anni e oltre un milione sono gli anni di vita in buona salute persi. Questi dati fanno del fumo di tabacco la principale causa prevenibile di mortalità anche nel nostro Paese, come nel resto del mondo occidentale.

Il Santa Maria Nuova, che in accordo con il mandato regionale ha messo in atto negli anni diverse iniziative di prevenzione e sensibilizzazione, domani, Venerdì 30 Maggio, incollaborazione con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori-LILT, metterà a disposizione volontari dell’Associazione e personale medico specializzato per fornire informazioni ed indicazioni su come smettere di fumare.

Il personale sanitario e volontario sarà disponibile presso l’atrio dell’ASMN e presso i locali del Day Hospital della Pneumologia (piano -1 percorso giallo), dalle ore 9.00 alle ore 13.00, e si renderà disponibile a rilevare la quantità di monossido di carbonio e la funzionalità respiratoria attraverso l’uso di appositi strumenti (spirometria e misuratore di monossido di carbonio). I test, non invasivi e rapidi da eseguire, saranno offerti gratuitamente a tutti gli interessati e forniranno una rapida risposta sul livello di dipendenza da fumo e sull’alterazione della funzionalità dei polmoni.

L’iniziativa si inserisce nel più ampio contesto del forte impegno dell’Ospedale nella lotta contro il fumo. La applicazione puntuale della normativa sui divieti di fumo e l’offerta di informazioni e supporto per smettere di fumare sono oggetto di costante impegno da parte degli operatori.
È da anni infatti che l’Azienda Ospedaliera S.Maria Nuova lavora per rendere l’Ospedale un luogo di cura, ma anche un luogo di lavoro per i propri dipendenti, libero da fumo e salutare.

Il divieto di fumo applicato da tempo in tutti i locali all’interno dell’ospedale è stato recentemente e progressivamente esteso anche alle aree esterne immediatamente adiacenti ai principali ingressi all’Ospedale. È stato rafforzato, in contemporanea, il supporto ai fumatori per la disassuefazione dall’abitudine tabagica. I pazienti ed i dipendenti che desiderano smettere di fumare o diminuire il numero di sigarette fumate, vengono informati ed indirizzati alla sede di Luoghi di Prevenzione che anche sede LILT di Reggio Emilia e del Centro Antifumo (presso l’edificio Spallanzani, ingresso 2) dove possono intraprendere un percorso di disassuefazione dall’abitudine tabagica. Stessa opportunità è offerta dai cinque centri antifumo distribuiti nel territorio provinciale. Per ulteriori informazioni su sedi e modalità di accesso, consultare il sito web www.LILT.it
 
L’Ufficio Stampa 
 
 
Allegato: Foto Santa Maria Nuova
 

Ultimo aggiornamento: 29/05/2014