FAQ


Per quanto tempo possono essere conservati gli spermatozoi congelati?

Non vi è alcun limite pratico alla durata del periodo di congelamento. Se mantenuti congelati in azoto liquido, non esiste un limite temporale.
Il periodo di conservazione dipenderà dalla scadenza che sarà inserita nel consenso informato che vi verrà consegnato.
Sarà possibile rinnovare l’autorizzazione alla conservazione degli spermatozoi congelati con le modalità descritte nel consenso informato.

Il congelamento è dannoso per gli spermatozoi congelati?

Una percentuale degli spermatozoi non sopravvivrà al congelamento. Il tasso di sopravvivenza varia notevolmente tra i pazienti.

Come vengono conservati gli spermatozoi?

Gli spermatozoi sono conservati in paillettes immerse in azoto liquido.

Qual è il volume normale di un liquido seminale?

Varia da 1,5 a 5 millilitri (1.5-5cc).

Quanti campioni (=paillettes) devono essere congelati?

E’ consigliabile congelare almeno 10 campioni prima di un intervento chirurgico e / o dell’inizio di una terapia; dipende comunque dalla scelta del paziente.
Il paziente dovrebbe discutere i suoi piani genitoriali futuri durante la fase iniziale di counseling con il medico e stabilire un piano di congelamento basato su vincoli di tempo e necessità future.
Il numero di campioni necessari per una preservazione della fertilità maschile adeguata è diverso per ogni situazione e varia con la qualità degli spermatozoi dopo lo scongelamento.

Quanti campioni si possono congelare per ogni raccolta di liquido seminale?

Dipende dal volume del campione raccolto e dalla qualità dei parametri nemaspermici, cioè dal numero e dalla motilità degli spermatozoi.

Qual è il tempo di astinenza ideale tra le raccolte?

L’ideale sarebbe tra due e cinque giorni ma, se necessario, il tempo di astinenza può essere ridotto.


Qual è la procedura per utilizzare il liquido seminale congelato?

Se eseguirete un ciclo di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) presso il Centro per la Diagnosi e la Terapia dell’Infertilità Involontaria di Coppia B. Bertocchi dovrete solo informare i medici del nostro Centro del fatto che i vostri campioni di spermatozoi congelati sono conservati presso il nostro Centro.
Invece, se dovrete invece eseguire un ciclo di PMA presso un altro Centro e necessiterete di utilizzare gli spermatozoi congelati presso il nostro Centro, dovrete contattarci almeno un mese prima della data prevista per il vostro trattamento. Dovranno essere presi gli accordi necessari per trasportare gli spermatozoi congelati presso il Centro ricevente e sarà necessario garantire la corretta gestione e la sicurezza dei campioni stessi.

E’ possibile garantire che si otterrà una gravidanza utilizzando gli spermatozoi congelati?

Indipendentemente dal numero di campioni che sono stati congelati, è impossibile garantire il successo. Il miglior consiglio è quello di consultare sia un andrologo che uno specialista in medicina della riproduzione prima di iniziare qualsiasi utilizzo dei campioni.

Che cosa succede se la qualità del seme iniziale è scarsa o la concentrazione è molto bassa?

Molti campioni crioconservati non possono essere conservati e poi utilizzati per le tecniche di PMA di primo livello, cioè l’inseminazione intrauterina (IUI).
Tuttavia, le tecniche di PMA di secondo livello (iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo, ICSI) sono regolarmente eseguite con campioni con concentrazione o qualità degli spermatozoi molto scadente.
Ogni campione contenente spermatozoi, a prescindere dalla concentrazione o dalla qualità, solitamente è sottoposto a congelamento. Se verrà riscontrato un problema al momento del trattamento del campione per la crioconservazione, un operatore del laboratorio del nostro Centro vi contatterà.

Come posso essere sicuro che il mio campione di seme non è contaminato con un altro campione o che la sua identificazione è corretta?

Il contenitore del campione utilizzato per raccogliere il liquido seminale è etichettato e verificato con il paziente prima della raccolta. Una volta che il campione viene ricevuto, è gestito con estrema cautela.
Tutti i materiali utilizzati nel processo sono etichettati con il nome, cognome e la data di nascita del paziente, la data corrente, e un codice univoco corrispondente al paziente e al campione raccolto.
Tutti gli strumenti e le soluzioni utilizzate nella preparazione del campione per il congelamento sono sterili e monouso. 
Ultimo aggiornamento: 26/06/2017